.

[10] reificazioni, degenerazioni gergali, del linguaggio politico

giochi linguistici : una qualificazione della democrazia rappresentiva [fonti]

.

"La democrazia non è già uno Stato in cui il popolo –costantemente riunito– regola da se stesso tutti gli affari pubblici: ed ancor meno è quello in cui centomila fazioni del popolo, con misure isolate, precipitose e contraddittorie, decidono la sorte dell’intera società.

Un simile governo non è mai esistito, né potrebbe esistere se non per ricondurre il popolo verso il dispotismo.

La democrazia è uno Stato in cui il popolo sovrano, guidato da leggi che sono il frutto della sua opera, fa da se stesso tutto ciò che può far bene, e per mezzo dei suoi delegati tutto ciò che non può fare da se stesso."

giochi linguistici : una squalificazione della democrazia rappresentiva [fonti]

semantica
public.it