• Fonti : capitoli di disallineamento fra ragion politica e ragion tecnica
      • [1] addebiti d' incompetenza politica nella prima rivoluzione industriale e nel Risorgimento
      • [2] da un secolo all' altro il dibattito sullo statuto e sul ruolo delle scienze
      • [3] la promozione e la dispersione della scuola romana di fisica atomica nel regime fascista
      • [4] il dibattito nel secondo dopoguerra su "l' Uomo e la Macchina"
      • [5] una politica senza ragione di fronte alle mutazioni di parametro fra macchina e corpo
      • [6] il dibattito sull' informatica, il caso Olivetti
      • [7] il dibattito sulle telecomunicazioni, il caso Telecom
      • [8] il dibattito sulle reti, disallineamenti politica~internet
      • [9] metafore del disallineamento
  • note
  • In memoria di Alberto Trebeschi

    "Le vicende politiche, le lotte per il potere, le rivoluzioni e le restaurazioni seguono un complicato alternarsi al di sotto del quale si sviluppa un processo continuo e stabile che investe i modi della produzione industriale.

    Il distacco dalla politica e la neutralita' della scienza e' l' espressione ideologica corrispondente allo sviluppo delle strutture economico-produttive, sviluppo che procede con continuita' la dove lo scontro politico segue fasi alterne e discontinue.

    La produzione materiale delle merci richiede un contributo di innovazioni, di trasformazioni tecniche, di razionalizzazioni che soltanto la scienza puo' fornire, atraverso il dominio delle fonti di energia (termica, meccanica, elettrica, chimica ecc.), nonche' attraverso la completa conoscenza delle leggi meccaniche.

    Tutto cio' sembra apparentemente non avere alcun nesso con i conflitti sociali, con le lotte politiche per il potere, con l' avvicendarsi delle forze politiche nell' amministrazione della cosa pubblica ecc."

    • Alberto Trebeschi "Lineamenti di storia del pensiero scientifico"
    • A cura di Giorgio Israel Editori Riuniti, Dicembre 1974
    • [Cap. XIII, Pagina 175]
    • Alberto sapeva perfettamente che la concatenazione materiale delle ricerche operative non e' "lineare"; e che molte trasfigurazioni del potere replicano il mito di Mercurio, che impersono' Sosia, servo di Anfitrione [ma in fondo tutti i ruoli sono impersonati ...]
    • Ma rimane valido in sostanza, e fecondo per un ragionamento sui disallineamenti fra ragion tecnica e ragion politica, questo suo frammento sulla genesi della prima rivoluzione industriale: incompiuto [mori' il 28 Maggio 1974, in Piazza della Loggia, a Brescia].
    • Le sue parole eccheggiano suggestivamente quelle aspre di un uomo politecnico che "fece politica per dodici giorni" [e con competenza ed efficacia] :
    • "La nazione degli uomini studiosi è una sola: è la nazione d’Omero e di Dante, di Galileo e di Bacone, di Volta e di Linneo, e di tutti quelli che seguono i loro esempi immortali; è la nazione delle intelligenze, che abita tutti i climi e parla tutte le lingue.
    • Al di sotto di essa sta una moltitudine divisa in mille patrie discordi, in caste, in gerghi, in fazioni avide e sanguinarie, che godono nelle superstizioni, nell’egoismo, nell’ignoranza, e amano e difendono talora l’ignoranza stessa, come se fosse il principio della vita e il fondamento dei costumi e della società".
    • Carlo Cattaneo Opere Edite ed Inedite
    • Raccolte da Agostino Bertani
    • Volume V Scritti di Economia Publica
    • Firenze Successori Le Monnier 1888
    • [pagina 330]

    A questo disallineamento al tempo stesso di metodo e "geopolitico" si saldano oggi , non meno strutturali, disallineamenti "di mestiere e disciplina" -d' establishment- disvelati da una trasgressiva interconnessione di reti disintermediata e indiscriminata per accessi e contenuti:

    • " Le reti della ricerca, e Internet in modo clamoroso e "popolare", costringono la politica a rivedere pregiudizi consuetudini e i modelli classici propri:
      • accentramento/decentramento,
      • statalismo/federalismo
      • in somma moltiplicazione/divisione di poteri.
    • La rete "funziona" per distribuzione e fondamentalmente sottrazione di poteri.
    • ...
    • "Il 'modo di produzione e consumo' rispettivo della RETE e della POLITICA sono ovviamente ed evidentemente disallineati.
    • Nel tempo: sincrona la RETE, asincrona la POLITICA.
    • Nello spazio: la latitudine della POLITICA è ancora, e forse inesorabilmente, identificata (e rappresentata) sulla "localizzazione di interessi", mentre la RETE può sopravvivere solo su una rincorsa, replicazione e distribuzione inesausta della propria matrice di ramificazione.
    • Nella gestione ordinaria: l'approccio POLITICO è sostanzialmente e responsabilmente fondato sulla "mediazione", il "problem-solving" della RETE sul "rigore".
    • Nella gestione delle crisi: spesso alla loro consumazione, tipicamente agendo sulle conseguenze, talora in logica di emergenza: la POLITICA. Per controllo sperimentale, tipicamente in logica di programmazione, alla fonte: la RETE.
    • E in fine: probabilmente "ricerca di consenso" in politica e "rough consensus" in rete non sono proprio perfettamente sovrapponibili.
    • L'ultimo ed esemplare disallineamento è, come sempre, quello istituzionale:
    • Istituzioni pluriennali di democrazia rappresentativa garantite per ricambio (quando và bene): la POLITICA. Ramificazione di nodi di rete ad hoc (e quindi: nodi di nodi di rete, e nodi di nodi di nodi di rete): la RETE. "

    Sarebbe onore di una ragion politica di quarta generazione dal secondo dopoguerra, e prima di quella che viene definita con sense of humour 'seconda repubblica', non incrementare disallineamenti di per se' strutturali con mediocri quotidianita'.

    • 38 anni dopo gli ingaggi culturali e civili del 1974, nell' "avvicendarsi delle forze politiche nell' amministrazione della cosa pubblica" , in un ciclo entropico delle forze politiche standard , e' di turno al potere [come direbbe Enzo Valente] un governo vantato per le competenze tecniche [di rami speciali della economia, ma non d' internetworking] dei componenti che lo impersonano, appunto.
    • E per un certo tratto di stile che si riconosce a credito delle persone colte.
    • Persone infatti che stanno approfondendo una risposta non frettolosa ad una "lettera aperta sullo sviluppo della banda larga" che Assoprovider lancio' nel Novembre 2011.
    • E non di meno, una competente risposta ad una lettera elaborata da Angelo Raffaele Meo, sempre mesi orsono, su sollecitazione di amici di ISOC, NEXA … a proposito di software libero in quanto risorsa pubblica concorrente a guadagno sistemico.
    • Ma non solo, e ben oltre le constituencies di Rete, e' la vocazione governativa.
    • Nell' aprile 2012 e' stata costituita in tema di Agenda Digitale una cabina di regi'a di 50 altissimi funzionari ministeriali http://www.agenda-digitale.it/agenda_digitale/index.php/cabina-di-regia/referenti
    • Che si e' data un "sito".
    • Che promuove con lessico molto internet~governance~style una Consultazione "social" [le virgolette le hanno messe loro, non io] : alla fin delle fini uno pseudo sondaggio Eurisko al buio, senza campione, cosi' e' piu democratico. Per vendere cosa ?
    • http://www.agenda-digitale.it/agenda_digitale/ : 30 giorni di modello multistakeholder quintessenziale e referendario, ma sopra tutto senza indelicato condizionamento.
    • Proprio senza bozza strutturata : senza dati, senza situazione iniziale, senza scala di obiettivi, senza scala di risorse, senza scenari/opzioni di riferimento.
    • Senza
    • assunzione

      di responsabilita'

      politica.

    • "I contributi alla consultazione saranno analizzati dall'intera cabina di regia per la definizione delle politiche di sviluppo del Paese basate sull'economia digitale" : feedback da manuale all' insediato kow how.
    • Nella primavera 1995 un certo gruppo di lavoro installo' a bordo di un personal computer di primaria azienda un emulatore modem e il software di connessione ad Internet Service Provider.
    • E sempre Angelo Raffaele Meo, per chi non l' avesse capito, fece il demo del prototipo ai responsabili del progetto Echos , che scheggiarono ai piani alti del CDA.
    • E ci fu, la risposta.
    • "Non c'è futuro per Internet".
    • La azienda era la Olivetti.
    • Il ruolo Presidente e Amministratore Delegato, impersonato da Carlo De Benedetti.
    • Il ruolo CoAmminstratore Delegato, impersonato da Corrado Passera.

    Fonti, riferimenti

    Alberto Trebeschi Lineamenti di storia del pensiero scientifico Editori Riuniti
    Carlo Cattaneo Prefazione alla Annata 1840 de "Il Politecnico" Le Monnier
    su Cattaneo "Resettare la politica, quando perde la ragione" http://public.it
    A. Raffaele Meo 20 anni di storia [di parte] del software libero in Italia www.quadernionline.it
    S. Quintarelli Diamo all' Italia una Strategia Digitale
    D. Bortolotto Lettera aperta per lo Sviluppo della Banda Larga ASSOPROVIDER
    Governo Italiano Pseudo Agenda Digitale, pseudo consultazione

    Alberto_Trebeschi
    internet-politica
    public.it
    politica_tecnica