• Fonti : critiche d' apparato
      • [1] critica dei partiti
        • Simone Weil
      • [2] definizioni e critica della "partitocrazia"
      • [3] disintermediazione civile e politica : "the internet is for everyone"
  • Note
  • La provocazione postuma di Simone Weil

    e la sua divulgazione nella cultura italiana

    .

    Note sur la suppression générale des partis politiques [1943]

    L'enracinement. Prélude à une déclaration des devoirs envers l'être humain [1942-1943]

    .

    • La "Note sur la suppression générale des partis politiques" fu stesa da Simone Weil [n. Parigi, 3 febbraio 1909 ] nei primi mesi del '43 durante il suo esilio militante nel centro logistico londinese antinazista di De Gaulle.
    • Come gli altri suoi taccuini del tempo, la "Nota" rimase inedita alla morte dell' Autrice [m. Ashford, 24 agosto 1943] sino alla originale stampa postuma sulla Rivista "Table Ronde" [n. 26, Febbraio 1950, pp. 9-28].
    • ---

    • Non senza significato quindi la dialettica lezione di un impegno civile e politico che assorbi' la sua vita tragicamente breve, con crescente ripulsa degli apparati "di parte".
    • ---

    • In un secondo dopoguerra italiano che rifonda per Costituzione un pluripartitismo essenziale dopo 19 anni di dittatura, proprio a partire dal dibattito costituente si apre un filone inesausto, nel quale si intrecciano il tema della "partitocrazia" e quello della "forma dello Stato".
    • In tale dibattito questa provocazione postuma di Simone Weil gode di cicliche "citazioni di titolo" per polemiche d' occasione, poca riflessione, poco approfondimento : poca lettura - due date di prime traduzioni nell' arco di 38 anni - presso laboratori di cultura politica quali
      • la olivettiana "Comunita' " [Anno V, n. 10, Gennaio-Febbraio 1951, pp. 1-5 : per cura di Franco Ferrarotti] ;
      • il "Diario" [Anno IV, n. 6, Giugno 1988, pp. 3-20 : per cura di Giancarlo Gaeta] nel quale Piergiorgio Bellocchio proseguiva la ricerca dei "Quaderni Piacentini".

      ---

    • In altri quaderni 1942-1943, la Weil raccoglieva le sue riflessioni critiche, sulle relazioni civili e sulla forma dello Stato, raccolte postume anch' esse in
      • "L'enracinement. Prélude à une déclaration des devoirs envers l'être humain" [Gallimard, 1949],
      • prima traduzione italiana "La prima radice. Preludio ad una dichiarazione dei doveri verso la creatura umana", [1954, sempre per le Edizioni di Comunita' : per cura di Franco Fortini].
    • Pure in queste riflessioni sono presenti passaggi sui partiti con sottolineatura della misura antitotalitaria della sua provocazione : sul partito unico come "estremo grado del male" .
    • ---

    • Per entrambe le raccolte, nella logica di questo archivio http://public.it - torniamo alle fonti : qui integralmente per la "Note", in estratti per "L'enracinement".
    • Saldo un debito di gratitudine, per l' autorizzazione alla distribuzione online delle traduzioni italiane, con
      • Beniamino de’ Liguori Carino della Fondazione Adriano Olivetti , autore della monografia di riferimento su "Adriano Olivetti e le Edizioni di Comunita' (1946-1960)" ;
      • Giancarlo Gaeta dell' Università degli Studi di Firenze , curatore della decennale edizione italiana della pensatrice francese "Simone Weil Quaderni I-II-III-IV", Adelphi .
    . . . Traduzione . Pgg Mb
    S. Weil Note sur la suppression générale des partis politiques Table Ronde Originale 1950 22 6.9
    S. Weil Appunti sulla soppressione dei partiti politici Comunita' Ferrarotti 1951 4 1.5
    S. Weil Nota sulla soppressione dei partiti politici Diario Gaeta 1988 33 4.3
    S. Weil L'enracinement Gallimard Originale 1949 3 0.5
    S. Weil La prima radice Comunita' Fortini 1954 4 0.5

    Simone
    Weil
    public.it
    partiti